La cipolla non è solo un potente antibiotico naturale, ma anche dispensatrice di vitamine, sali minerali e altri oligoelementi. Appartiene alla famiglia delle Liliacee, viene coltivata in ogni parte del mondo e rappresenta uno degli aromi più utilizzati nelle cucine mondiali.

Nel bulbo sono presenti le vitamine A, B1, B2, C, E, minerali come zolfo, ferro, potassio, magnesio, fluoro, calcio, manganese e fosforo; flavonoidi con azione diuretica e la glucochinina, un ormone vegetale, che possiede una forte azione antidiabetica,perché riduce l’assorbimento degli zuccheri. Molti studi clinici hanno anche evidenziato che la cipolla gioca un ruolo nella prevenzione di molti tumori per l’azione combinata di terpeni e flavonoidi ( in particolare la quercitina) che impedirebbe la produzione intestinale di nitrosammine, sostanze cancerogene.

La cipolla cruda uccide i batteri patogeni presenti all’interno di intestino e stomaco, stimola la secrezione biliare e favorisce la digestione in generale. La cipolla ha un effetto diuretico che comporta anche un’azione depurativa del sangue, tonifica il muscolo cardiaco e stimola la circolazione sanguigna coronarica. Questo bulbo ha una spiccata azione antibiotica che, associata a quella espettorante, la rende utile nei casi di bronchite e raffreddore, per lenire la tosse e ridurre la raucedine. Ha anche un effetto antinfiammatorio sulle mucose delle vie respiratorie: i suoi estratti etanolici attenuano in particolare le reazioni allergiche, mentre i tiosulfinati favoriscono la broncodilatazione. Nel caso di punture di insettiverrucheforuncoliascessi o ustioni si può intervenire applicando sulla parte interessata alcune fette di cipolla cruda.

Grazie alla presenza di selenio e zinco, due potenti antiossidanti, la cipolla ritarda l’invecchiamento cellulare. La cipolla mangiata cruda è molto utile per l’apparato digerente in quanto elimina i batteri patogeni presenti nello stomaco e nell’ intestino favorendo la secrezione biliare e quindi il processo di digestione, ma purtroppo è sconsigliata a chi soffre di iperacidità, di ulcera
gastroduodenale e di colite poiché favorisce la formazione di gas intestinali. Inoltre il suo utilizzo crudo è da evitare per chi soffre di dermatosi e a chi sanguina con facilità. Ottimo depurativo del sangue e della linfa, è utile in caso di cellulite; infatti, grazie allo iodio, agisce sul sistema linfatico ghiandolare. 

La cipolla è fortemente alcalinizzante grazie alla presenza di acido glicolico e sali minerali e ,quindi, è capace di aumentare  l’eliminazione per via renale di acido urico, liquidi e cloruri. Il risultato di questa azione è la diminuzione dei calcoli renali ma anche dei cristalli che si depositano nelle articolazioni, come in chi ha problemi di gotta.

La cipolla contiene anche vari elementi che, combinandosi quando subiscono un taglio, si disperdono nell’aria raggiungendo gli occhi, ricchi di umore acquoso, con il quale si combinano, trasformandosi in acido solforico che fa lacrimare gli occhi.

Condividi